Abbiamo bisogno del filosofo antropologico

Massimo Meneghin abbiamo bisogno del filosofo antropologico

Non c’è più dubbio: abbiamo bisogno del filosofo antropologico.

Qualcuno lo sa, altri no -io compreso-, si tratta ci colui che studia l’uomo. Molto originale (o per nulla?).

La disciplina nasce e si sviluppa per capire qualcosa in più della nostra storia, quindi quando si dice quanto al paragrafo precedente si intende riferito al passato, con l’implicito scopo di capire come ci siamo formati. Quale la nostra origine, quale la nostra storia e -magari- perché il nostro presente è così…

Solo scopi storici, quindi? No di certo, è la risposta, già vi sono società che al proprio interno hanno questa figura proprio allo scopo di capirne di più, di noi e di quello che ci serve e piace. Per vendercelo.

Se serve spiegarlo, facciamolo: non si tratta di capire se discendiamo da questa o da quella scimmia ma di capire quali sono le cose che, per motivi ancestrali, riteniamo indispensabili, utili, indifferenti, dannosi ma anche sfiziosi, trendy e via così.

Non è grave che ci serva chi ci spiega l’ovvio? Se non lo sappiamo da noi qualcosa non torna. E non s creda si tratti di un episodio isolato, è strapieno di persone, associazioni, aziende e via così, più o meno di successo, che prosperano sullo spiegare quello che non può che essere così, perché di questo c’è un disperato bisogno…

 

autore: Massimo Meneghin

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *