Pannelli solari installati a caso

Massimo Meneghin pannelli solari installati a caso

L’utilità dei pannelli solari è discussa, non univoca.

Da una parte chi ne afferma a gran voce i vantaggi, senza se e senza ma. La fazione è in realtà divisa, ci sono gli integralisti, quelli che sostengono come vi siano enormi vantaggi dal punto di vista dell’economia e da quello dell’ecologia, quelli che pensano solo al portafoglio ed altri che pensano esclusivamente all’ambiente.

Dall’altra gli scettici. Quelli che conti alla mano, anche se contestati da chi la pensa diversamente, sostengono che si tratti di pura ideologia. Nessun vero risparmio economico, visto che si spende più di quello che si ottiene, anche ecologicamente, dato che il vero conto in termini di sostenibilità, sommando costi di produzione e smaltimento, è negativo.

L’argomento è pungente, incomponibile, forse senza punti di contingenza. L’unico dato certo, incontrovertibile, è che molte installazioni sono al di fuori di ogni parametro. Su queste davvero non ci sono argomenti, si tratta di vere e proprie sfide, lanci verso l’impossibile, che alcuni commerciali -davvero capaci- riescono a condurre in porto oltre ogni evidenza.

Si pensi che di fronte a costi notevoli e produzioni di energia irrisorie c’è chi propone pannelli solari affermando che producono energia pure con la luce delle stelle, e non sto scherzando. Come non firmare il contratto?

E -guardiamo la foto- è noto come l’ombra, anche parziale, vanifichi la produzione dell’intero pannello fotovoltaico, serve analizzare come questa si muova durante il giorno avendo diversi camini grandi e vicini? Forse consola il fatto che vi sono zone montuose in cui ci sono installazioni che ricevono ben poca radiazione, per non dire che sono quasi sempre in ombra?

 

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *