Seguire astrattamente i principi

Massimo Meneghin seguire astrattamente i principi

L’importanza dei principi (non i figli dei re ma gli assunti delle teorie che tendiamo ad applicare, o vorremmo farlo) è capitale, viceversa nessuna (o tanto poca da essere trascurabile) importanza viene data alle applicazioni degli stessi ai casi reali: il risultato è il seguire astrattamente i principi.

Che cosa si vuol dire? Una cosa molto semplice, spesso non importa il risultato ma il principio che lo determina, evidentemente perché più facile da comprendere, e quindi da spiegare a noi stessi e agli altri.

Per chi non crede sia così, e spero di non doverlo commentare, basteranno pochi esempi presi dal mondo del risparmio, argomento più che mai sentito e dove il dato numerico ci consente di dirimere la questione in modo oggettivo.

Riscaldarsi col sole non costa nulla. Certo, specie se abbiamo già un impianto termico funzionante e cambiarlo costa migliaia di euro. Quantifichiamo: immaginiamo di operare sul solo bollitore per l’acqua calda sanitaria, lo aggiungiamo all’impianto (e paghiamo) ci laviamo, ma non sempre, con l’acqua calda “in regalo”, magari gettando in fognatura quella in eccesso, come certi impianti fanno in automatico, facendoci pagare non l’innalzamento della temperatura ma l’acqua, tanta acqua: ogni doccia ci costa alcuni euro, il che non è proprio poco per alcune decine di litri di acqua calda…

Aggiungiamo cosa succede a chi va lontano a far benzina, perché li costa meno e magari non riempie il serbatoio, per risparmiare? No, credo possa bastare…

 

autore: Massimo Meneghin

Una risposta a “Seguire astrattamente i principi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *