Riscaldamento uguale costo!

Massimo Meneghin riscaldamento uguale costo

Riscaldamento, croce e delizia.

Tra le spese per la casa la palma spetta al riscaldamento. Se escludiamo le località che per la posizione non hanno bisogno di aumentare la naturale temperatura dei locali, mai, nemmeno nei giorni più freddi dell’anno, gli altri installano impianti più o meno costosi e sofisticati e soprattutto pagano spese di gestione non certo trascurabili.

Di pari passo parte quindi la corsa al risparmio, questo, come da tradizione, si divide in risparmio vero e proprio ed in “altro”.

Non riscaldarsi è una forma di contenimento della spesa, il suo contrario è lasciar funzionare l’impianto alla massima potenza, magari aprendo le finestre quando fa troppo caldo, perché se pagano tutti non voglio condividere con altri il mio risparmio ma, al contrario, farlo con la gara a chi spreca di più…

Il campionario è assai vasto, per la serie “non ci facciamo mancare nulla” sembra che l’importante sia essere convinti, tanto che la cosa più importante è il poterlo raccontare al bar. Ovviamente i più bravi fanno come i pescatori che catturano pesci più grandi del corso d’acqua in cui hanno gettato l’amo, salvo poi arrivare la moglie, che racconta di cosa si trova in pescheria e… a che prezzo.

Ecco alcuni esempi:

 

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *