Aprire passi carrai

Massimo Meneghin aprire passi carrai

E’ del tutto evidente come aprire passi carrai sia un’attività da limitare, quanto meno secondo le norme in vigore. Una vera e propria cattiva pratica.

L’auto che abbandona la strada principale per immettersi in un’area privata deve sottostare a norme particolari, sostanzialmente non lo può proprio fare quando la strada è importante e vi sono curve, ma anche quando la cosa è ammissibile, in strade di minor traffico e velocità, per poter posare il cancello si devono realizzare le famigerate piazzole rientrate rispetto alla recinzione.

Tutto ha senso, però se gli accessi in curva della statale sono tanto pericolosi da non poterne più aprire di quelli esistenti, da cui magari escono i trattori a velocità nulla non ci diciamo proprio nulla?

E se ho un terreno proprio a ridosso della strada, in piena curva?

Ma anche in città si ride: la piazzola rientrata serve a far sostare l’auto fuori dalla carreggiata per le operazioni di apertura e chiusura del cancello. Mai sentito parlare di telecomandi? Oltretutto se il cancello si apre all’esterno l’auto non può sostare, quindi la piazzola è inutile, se lo fa verso l’interno l’area libera deve essere profonda almeno dieci metri!

Palese che se per non danneggiare ancor di più il poco giardino non posso certo usare cancelli scorrevoli ma a battente con apertura sulla stessa piazzola ed azionata da attuatore con telecomando.

Logico che con comando a distanza l’auto non sosta mai in carreggiata…

Logico? Cosa vuol dire? Non conosco questa parola, e non sono l’unico…

 

autore: Massimo Meneghin

Una risposta a “Aprire passi carrai”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *