Progettare col marketing

Massimo Meneghin progettare col marketing

Il calo degli incarichi ha modificato il modo di operare dei professionisti, in particolare di   quelli che gravano sul settore delle costruzioni, il più penalizzato.

Per una volta smettiamo di distinguere crisi da crisi, parlare di selezione naturale, meriti veri e presunti e quant’altro per concentrare lo sguardo sulle attività messe in atto per la semplice sopravvivenza.

Non parliamo perciò dei grossi studi, che volano alto ed hanno altre problematiche, e nemmeno di chi ha già chiuso, per far dell’altro o attendendo tempi migliori, trattiamo delle iniziative “tentate” dagli studi medio-piccoli.

La nuova “cosa”, poco importa lo si chiami verbo o must, è il marketing.

La dimostrazione è contenuta nella classica domanda degli esperti del settore: “come potete operare se non conoscete il mercato?” Il ragionamento non sembra fare una sola piega ed ecco questi esperti promossi docenti ed i professionisti retrocessi a scolaretti.

L’argomento è ostico ma importantissimo, impossibile non tornarci più volte, da subito però alcune semplici domande, ovviamente provocatorie, ed alcuni spunti per la trattazione successiva e gli eventuali commenti:

– i professionisti sono aziende? (perfino la legislazione fiscale li distingue e non parliamo della deontologia…),

– fino a ieri come si è potuto operare? (ci sarà stata ignoranza del mercato ma il boom economico non è mica un’invenzione…)

– sappiamo cosa succederà quando il sistema sarà finalmente maturo? (quello che il mercato vuole negli altri settori lo abbiamo visto…).

 

autore: Massimo Meneghin

Una risposta a “Progettare col marketing”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *