Ingegneri, architetti e soglia di povertà

Massimo Meneghin ingegneri architetti e soglie di povertà

L’ermeneutica è la scienza dell’interpretazione, quella cui fanno ricorso in molti per spiegare di tutto un poco, di solito facendo dell’erba un fascio e parlando per ascoltare la propria voce.

Non è in discussione l’importanza di questa scienza e nemmeno se in realtà si tratti di una disciplina. Ne abbiamo bisogno quando da fonti ufficiali quali la presidenza di Inarcassa (l’ente previdenziale di architetti e ingegneri liberi professionisti) apprendiamo che “Circa 40.000 ingegneri ed architetti (il 27% degli iscritti attivi) versano in condizioni economiche al di sotto della soglia di povertà”.

Molti diranno che “i fatti sono fatti”, intendendo che sono una ed una sola cosa, per cui non interpretabile, altri rispondono che è vero, “i fatti sono fatti”, nel senso che sono alterati, drogati e ubriachi.

Ci serve l’ermeneutica, non c’è dubbio! Come potremmo, in caso contrario, rispondere a domande di questo tipo:

– come può un libero professionista (ad esempio un ingegnere strutturista) guadagnare meno dell’ultimo dei lavoratori dipendenti (ad esempio del manovale che spinge le carriole per realizzare le opere calcolate dall’ingegnere anzidetto)?

– come può un professionista in disgrazia (ad esempio un architetto senza lavoro e del tutto senza introiti) rispondere al fisco che gli chiede come fa a vivere, visto che se davvero fosse senza commesse ed incassi avrebbe chiuso (non è ammesso dire che se chiude si toglie ogni possibilità di lavorare in futuro)?

 

autore: Massimo Meneghin

 

 

2 risposte a “Ingegneri, architetti e soglia di povertà”

  1. Tento una risposta ai 2 validi quesiti di Massimo Meneghin architetto: – “- A) come può un libero professionista (ad esempio un ingegnere strutturista) guadagnare meno dell’ultimo dei lavoratori dipendenti (ad esempio del manovale che spinge le carriole per realizzare le opere calcolate dall’ingegnere anzidetto)? – B) come può un professionista in disgrazia (ad esempio un architetto senza lavoro e del tutto senza introiti) rispondere al fisco che gli chiede come fa a vivere, visto che se davvero fosse senza commesse ed incassi avrebbe chiuso (non è ammesso dire che se chiude si toglie ogni possibilità di lavorare in futuro)? ” ____ La mia risposta è questa: come può una polizia di uno stato che si autoproclama “democratico” ridurre vigliaccamente in queste condizioni un ragazzino di 15 anni la cui unica colpa è quella di essere un parente di un altro ragazzino già sacrificato ritualmente in vendetta di un non provato omicidio – nel quale entrambi cmq nulla c’entrano? ____ http://www.imemc.org/article/68330 ____ “15-year-old Cousin of Murdered Teen Beaten by Police in Shu’fat” ____ Quando vedi i viscidi politici italioti leccare il c*** ai rettili che comandano questi mostri, devi capire che la logica di infierimento sul più debole è la medesima (ma per un generale inquadramento devi leggere il Talmud). Dunque non ti devi stupire proprio di nulla. ____ http://xrepublic.tv/node/9689 ____ “Israel Has Presented ZERO Evidence Palestinians Are Involved In Abduction Of Israeli Teens!” ____ http://www.roitov.com/articles/nekama.htm ____ “Jews Kill Palestinian Boy in Revenge” ____

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *