Screditare un’intera categoria

Massimo Meneghin screditare la categoria

Avete visto le pagine gialle appena recapitate? Quelle cartacee, figlie degli analoghi volumi del passato.

Si tratta di uno strumento sicuramente in difficoltà. Quello che un tempo era il principe delle nostre ricerche, che pressoché passavano tutte di qui, vi era anche chi si procurava quelle di altre province, oggi è ad un passo dall’abbandono, quanto meno nella versione stampata.

Già la concorrenza è saltata, e per resistere non basta un passato più o meno glorioso, servono nuovi motivi di interesse. Non è facile.

Quello che è stato messo in atto, a parte le varianti grafiche è l’accorpamento tra i due volumi delle pagine bianche e gialle, leggibili capovolgendo il volume, sono alcune pagine che vorrebbero essere di utilità per il cittadino e che dovrebbero invogliarlo a tornare a consultare, visto che qui troverebbe i buoni consigli di cui ha bisogno.

Personalmente non uso gli elenchi telefonici da quando esiste la versione on line ma queste guide mi hanno incuriosito, anche perché si danno dei consigli su come scegliere l’architetto.

L’argomento è vasto, dovendo riportare i tratti che maggiormente mi hanno colpito li limiterei ai due che seguono.

Il primo è che dovendo fare lavori in casa ci serve un tecnico, e  che questo è l’architetto. Che cosa ne pensano geometri, periti ed ingegneri che si rivolgono allo stesso identico mercato?

Il secondo  che si suggerisce letteralmente di fare tutta una serie di verifiche sulla professionalità e sull’onerosità pertanto dando in modo esplicito dei pataccari all’intera categoria. Non male direi…

 

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *