Parcheggiare in centro o fuori città

Massimo Meneghin parcheggiare in centro

La soluzione, secondo molti: gli altri smettano di usare l’auto così io corro e parcheggio dove mi pare.

Lasciando quanto sopra tra parentesi, l’altra disputa, annosa e con soluzioni già messe in atto, è sull’ubicazione dei parcheggi: farli o non farli in centro (e quindi far accedere le auto o no). Ovvio che le opposte fazioni si combattano sulla opportunità e necessità di far arrivare e parcheggiare le automobili nei centri urbani (per mantenere vive le attività commerciali e quindi l’intero centro, altrimenti desertificato) oppure impedirne l’accesso (riconsegnando le aree depurate ai pedoni ed ai ciclisti).

Le motivazioni sono valide in entrambi i casi, possiamo discutere a lungo ed animatamente, con o senza colpi bassi, stabilire pure il vincitore. Di certo un perdente lo abbiamo già, da tempo. Siamo noi, governati da persone incapaci di decidere, e di assumersi la responsabilità delle scelte, per cui nel fare il bene di tutti (cioè non far scontento nessuno) viene fatto un po’ dell’una ed un po’ dell’altra, con il risultato che vediamo: nessuno (scarsa limitazione del traffico, tutti in centro come prima, pochi parcheggi in più, inquinamento a nastro, aumento dei mezzi pubblici no perché in centro si può andare, e se non ci sono alternative non resta che farlo, in auto ovviamente, del resto non ci sono che poche limitazioni, ed il carosello si ripete.

Dobbiamo aspettare che siano le tasse sui carburanti a risolvere il problema?

 

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *