Pista ciclabile o fermata autobus?

Massimo Meneghin pista ciclabile

Pista ciclabile e fermata dell’autobus sono compatibili?

Certo che ricavare le piste ciclabili in strade già realizzate non è semplice, potrebbe mancare lo spazio. Il problema non è diverso dalle fermate dell’autobus, che naturalmente sarebbe opportuno venissero ubicate in spazi specifici al di fuori delle corsie di transito. Se ci sono entrambi, ciclisti ed autobus, la cosa si raddoppia e si fa sempre più difficile.

Qualcuno ha però trovato l’uovo di Colombo ed ha risolto (davvero?) il problema irrisolvibile. Come? Poteva semplicemente far sostare l’autobus in corsia? No di certo, avrebbe limitato il traffico automobilistico! Oppure realizzare aree di uso esclusivo , fuori dalla carreggiata, senza interferire con veicoli e biciclette? Ma no, non c’è lo spazio materiale oppure costa molto! E quindi? Qualcuno penserà che il problema non ha soluzione, invece la cosa è assai semplice: basta ricavare la fermata all’interno della pista ciclabile, meglio se questa è a doppio senso di marcia.

Qualche ciclista, io per primo, potrà esprimere qualche riserva sulla “violenza” che questa intrusione comporta. Provate a immaginare chi arriva su due ruote, in area riservata e deve fermarsi perché c’è questo bestione davanti. Ma anche provate ad immaginare chi arriva in senso contrario e se lo vede arrivare contro, dovendosi fermare a centimetri di distanza…

Massimo Meneghin fermata autobus

 

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *