Arte e arte

Massimo Meneghin arte e arte

Irresistibile lo scrivere sull’arte, impossibile farlo in modo approfondito nei ristretti limiti qui autoimposti. Qualcosa può però trapelare, magari su un solo aspetto e senza la pretesa della completezza.

Consideriamo l’arte come una sola “cosa” ma le sue manifestazioni sono tante, forse non ne conosciamo nemmeno il numero, non delle opere ma dei modi in cui questa nostra volontà di espressione appunto si manifesta.

Se i “tipi” sono molti anche il nostro “gradimento” non può essere uniforme, molti si schierano a favore della pittura, altrettanti lo fanno con la scultura, non mancano gli amanti della musica, chi stravede per la danza, oppure per  la letteratura, qualcuno per l’architettura, più di recente anche fotografia, cinema, fumetto, radio, televisione, computer-art e la lista non finisce qui.

Non è mia intenzione avventurarmi nel paragone tra le diverse forme: è più artistico un quadro o una scultura? Un pezzo musicale o la danza che viene eseguita usandolo come base? Figuriamoci cosa potrebbe succedere confrontando attività antitetiche quali pittura e fotografia o apparentemente simili come pittura e fumetto ma anche letteratura e fumetto. Della televisione odierna meglio non parlarne in termini artistici, anzi meglio ignorarla del tutto…

Una postilla però potrebbe suggerirci di considerare come opera d’arte non solo l’architettura, che viene comunemente riferita ad uno o più edifici, ma l’intero insieme, compreso il “vivo”, che forma la città!

 

autore: Massimo Meneghin

Una risposta a “Arte e arte”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *