Conoscere questa o quella lingua

Massimo Meneghin conoscere questa o quella lingua

L’importanza della conoscenza delle lingue straniere è fondamentale.

Non è pensabile che oggi non si parlino alcune lingue oltre a quella nativa.

Qualche ragionamento si impone, anche su quanto sopra, pur se sembra tanto ovvio da non poter dar adito ad alcun commento.

Innanzitutto parlare una lingua è ben di più che conoscerla. La differenza non è da poco, si pensi al cambiamento richiesto a livello scolastico, in termini di scopo ovviamente.

Anche il chiedersi quale lingua sembra superfluo, ma non è così. Probabilmente molti, se venisse rivolta loro questa domanda, darebbero la risposta più scontata: inglese.

Chi ha visto le offerte di lavoro ha notato che nel mondo reale non è così: al momento attuale -ad esempio- vicino alla zona in cui viene scritto questo articolo, nel Veneto, vi sono aziende che cercano persone, molte considerando la difficoltà del periodo, alle quali chiedono di conoscere due lingue: non italiano e inglese ma russo e cinese. Chiaro che queste ultime non sostituiscono le prime ma si aggiungono a quelle! La conoscenza dell’inglese è scontata.

Certo che conoscere quattro lingue, alcune così diverse, non è poco e naturalmente non tutte le richieste di personale sono così. Nella stessa zona, infatti, c’è chi cerca personale che parli “solo” quattro lingue? No, ne basta una ed una sola: il dialetto!

Visto che di lingue si parla, direi che non ci sono parole…

 

autore: Massimo Meneghin

2 risposte a “Conoscere questa o quella lingua”

  1. Beh, a proposito di lingue straniere, le scuole pubbliche, forse qualcuno si stupirà, stanno facendo tanto: propongono corsi, soggiorni linguistici, scambi culturali; e non soltanto per la lingua inglese, ma anche per il francese, il tedesco, lo spagnolo… I giovani possono conseguire certificazioni spendibili successivamente nelle università e nel mondo del lavoro. Certo, quote rilevanti dei costi vengono pagate dai genitori, ma a costi più bassi di quanto fornito da agenzie esterne. E’ poca cosa? Non credo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *