Processi e risultati

Massimo Meneghin processi e risultati

I processi messi in atto hanno dato i risultati perseguiti, pensiamo alla riduzione dell’inquinamento, degli incidenti sul lavoro e dei consumi energetici.

Come ci siamo riusciti? Quale il processo che li ha generati?

Potrebbero essere stati una nuova politica industriale, che ha riconvertito il vecchio modo di fare in una nuova cultura del lavoro, che mette davanti a tutto la sicurezza dei lavoratori, e un nuovo rapporto con l’ambiente, che limita quanto meno gli sprechi ed usa meglio ciò che abbiamo.

Invece no. E’ stata una serie di politiche geniali ad impedirci di fare, e, infatti, chi non lavora non inquina ma anche non può farsi male lavorando e nemmeno consumare energia.

Perfetto, potremmo obiettare che se mai riprenderemo a lavorare tutto tornerà come prima, ma è un discorso puramente teorico, che non ha alcun rapporto con la realtà, semplicemente è impossibile, una vera e propria contraddizione di termini.

Semmai questi processi andrebbero estesi per darci risultati ancora migliori. Impossibile? Più che possibile, ed ecco alcune proposte, che non si dica che passiamo il tempo a lamentarci: basta produrre, tutti nell’orto e ad allevare galline, si mangia solo quello che si riesce a far saltar fuori dal proprio fazzoletto di terra, e se non ci saranno frutti tanto meglio, dopo aver eliminato la disoccupazione finalmente salterà l’obesità, problema che sembra irrisolvibile, e saremo tutti magri, molto magri.

 

autore: Massimo Meneghin

Una risposta a “Processi e risultati”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *