Massimo Meneghin manutenzione dipinture

L’uso dei locali richiede la ri-dipintura periodica, è il minimo intervento di manutenzione, necessario alla pulizia ed al decoro.

C’è chi lo fa da se e chi si rivolge ai dipintori, generalmente è pure l’occasione per apportare modifica all’aspetto delle pareti, in un certo senso “aggiornando” gli spazi che abitiamo o usiamo in altro modo.

Le possibilità non mancano di certo, le lavorazioni vanno dalla classica mano di bianco in cucina agli affreschi con effetti ottici, il tutto da effettuare nel rispetto delle specifiche necessità, che sono di tipo estetico, quindi dipendenti dai gusti personali, ma anche di quelle legate all’uso pressoché continuativo degli ambienti, che non possono certo essere abbandonati.

Anche un intervento così limitato nasconde comunque le proprie insidie, che potremmo raggruppare in due opposte casistiche.

Nella prima potremmo inserire i casi di chi sopravvaluta l’azione di ri-dipintura. Parliamo di coloro che ritengono possibile rimuovere fenomeni come la fessurazione delle murature ristendendo un sottile strato di materiale di sottofondo e ridando il colore alla superficie. E’ evidente che la cosa è insufficiente, non subito ma il fenomeno si ripresenterà!

Nell’altro troviamo invece la mancata considerazione del rilascio nell’aria di particelle che possono essere percepite da persone particolarmente sensibili ma che possono pure essere anche tossiche nel vero senso della parola, e pur se non ce accorgiamo i danni al nostro organismo vengono lentamente prodotti…

 

autore: Massimo Meneghin

2 pensieri su “Manutenzione dipinture

  • 24 gennaio 2015 alle 22:32
    Permalink

    il tempo che passa ed anche il nostro movimento letteralmente consumano i #pavimenti ma basta farne la #manutenzione!

    Rispondi
  • 25 gennaio 2015 alle 09:09
    Permalink

    Caspita Massimo !!! hai ragione: confesso che anche io sono tra coloro che , in maniera superficiale, credevano che “imbiancare” o “rinfrescare” la casa fosse risolutore di altre piccole magagne …

    farò tesoro delle tue osservazioni, questa primavera, quando rifarò alcuni interni. Ciao e grazie per i tuoi sempre preziosi consigli e valutazioni.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *