Massimo Meneghin manutenzione giardino

Le aree inedificate che circondano i nostri edifici sono in parte pavimentate, per favorire gli accessi pedonali e carrai, e nelle rimanenze piantumate, per motivi forse meno “funzionali” ma non certo meno importanti.

Si tratti di semplice fazzoletto di terra su cui è stata piantata dell’erba -e per le dimensioni non lo possiamo chiamare “prato”- o di un giardino vero e proprio, ma anche dell’orto o -per chi se lo può permettere- di un parco, queste zone necessitano in ogni caso di cure pressoché continue, se non altro per evitare l’invasione da parte di animali indesiderati.

Chi può, perché ha o trova il tempo necessario, nonché è dotato dell’arcinoto “pollice verde“, lo fa da se, gli altri incaricano figure specializzate.

In ogni caso, infatti, la manutenzione è fondamentale. Siamo in presenza di materia viva e questa straordinaria caratteristica fa si che il cambiamento sia continuo.

Non si vuol qui sostenere come queste aree debbano avere un aspetto codificato e quindi debbano essere sottoposte alla regimentazione del caso -secondo alcuni si tratta di forme di violenza sulla natura- ma come, forse più banalmente, stabilito qual’è il verde che vogliamo, comunque ci dobbiamo comportare di conseguenza, anche quando vogliamo lasciare il massimo grado di libertà alla natura, che in un certo modo è comunque antropizzata.

Se in generale la mancanza di cure provoca degrado ed il reimpossesso di aree ed edifici da parte della natura è scontato che nel caso di aree di questo tipo la cosa sia ancora più facile e rapida, come purtroppo dimostra il fatto che moltissime aree a verde, sia pubbliche che private, vengono pavimentate, evitando così proprio la manutenzione di cui abbiamo fatto accenno.

La soluzione è tale, dal punto di vista economico, dagli altri però comporta una grave perdita.

 

autore: Massimo Meneghin

 

Un pensiero su “Manutenzione giardino

  • 18 gennaio 2015 alle 08:52
    Permalink

    il verde maltenuto è molto pittoresco però…

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *