Dichiarazione di Agibilità

Massimo Meneghin dichiarazione di agibilità

Il completamento dell’iter che porta alla costruzione o alla ristrutturazione dei fabbricati si ha con la dichiarazione di agibilità, un tempo denominata dichiarazione di abitabilità, nel caso delle residenze.

Si tratta dell’atto formale con cui il comune, tramite il proprio ufficio tecnico, dichiara l’utilizzabilità del fabbricato dopo aver eseguito le verifiche del caso. L’agibilità non è perciò un solo requisito igienico-sanitario, come avveniva al momento dell’istituzione di questa dichiarazione, ma riguarda tutti gli aspetti, compresi quelli di legittimità dell’intero fabbricato e di tutte le parti che lo compongono.

La norma per questo motivo prevede che alla specifica domanda venga allegato tutto ciò che dimostra la legittimità del fabbricato, consentendo così all’ufficio tecnico comunale la sola verifica documentale, il che peraltro non esclude il sopralluogo, di solito eseguito a campione.

La documentazione necessaria è perciò assai vasta, nel numero e nell’oggetto, spaziando fino ad includere certificazioni di ogni tipo, dalla conformità delle opere a quella sul loro prosciugamento, passando per strutture, impianti, barriere architettoniche, prevenzione incendi, scarichi fognari, accatastamento, allacciamento idrico, numero civico e via dicendo.

La possibilità di acquisire gli effetti del materiale rilascio attraverso il silenzio-assenso rende ancora più importante il ruolo del tecnico che ci assiste, che deve essere -di fatto- garante dell’intera operazione.

 

autore: Massimo Meneghin

Una risposta a “Dichiarazione di Agibilità”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *