Direzione lavori

Massimo Meneghin direzione lavori

I lavori edili, piccoli e grandi, devono rispettare le norme, acquisendo preventivamente i titoli che li legittimano ma anche, ovviamente, rispettandole in fase esecutiva, dall’apertura del cantiere alla sua chiusura, comprese le certificazioni finali: queste attività di verifica sono il compito della direzione lavori.

Non si tratta perciò, come erroneamente viene spesso ritenuto, di un ruolo afferente la direzione tecnica del cantiere, cioè l’organizzazione del processo costruttivo, il quale, infatti, è attribuito a diversa figura, nominata dall’impresa affidataria delle opere.

Il direttore dei lavori è, invece, una figura incaricata dalla committenza a seguito di preciso obbligo di legge e che opera a tutela della proprietà dei beni. Si tratta di un tecnico iscritto all’albo professionale il quale verifica la bontà delle opere in corso di realizzazione, ovviamente sia dal punto di vista della qualità costruttiva che da quello della legittimità, lungo tutto l’iter del cantiere, compresa la liquidazione di quanto compete a chi ha lavorato, fatto che da solo spiega la delicatezza e l’importanza del ruolo.

Nel caso di opere particolarmente complesse è possibile nominare più specialisti, ad esempio distinguendo la parte architettonica da quella strutturale ed analogamente quella impiantistica, eventualmente distinti per settori di competenza.

Non mancano i documenti o gli elaborati da redigere per il funzionamento del cantiere, spesso non obbligatori ma assai utili:

Il progetto è importante ma la direzione dei lavori non gli è da meno!

 

autore: Massimo Meneghin

Una risposta a “Direzione lavori”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *