Progetto sopraelevazione

Massimo-Meneghin-progetto-sopraelevazione

Molte volte è possibile il ricavo di ulteriori spazi tramite la sopraelevazione, cioè l’aggiunta di uno o più piani nella parte superiore dell’edificio, di solito con la demolizione o almeno la modifica della copertura, in modo totale o parziale, e la sua ricostruzione a quota più alta.

Se è chiaro il vantaggio che se ne può ricavare -sostanzialmente nuovi vani fruibili e che si aggiungono a quanto già esiste- specie se i costi non sono troppo elevati -anche grazie all’utilizzo di parti già presenti, quali ad esempio le fondazioni o gli allacciamenti- meno palese è la delicatezza dell’intervento: così facendo si caricano le strutture esistenti in modo maggiore di quanto previsto in origine.

Deve essere pure considerato che il fabbricato potrebbe risentire del tempo passato, che può aver diminuito nel tempo le capacità strutturali e potrebbe essere stato eretto secondo tecniche incapaci di sopportare carichi elevati come quelli che intendiamo affidargli.

Molti dei crolli che vediamo nella cronaca purtroppo quotidiana sono dovuti proprio a questi aspetti, del tutto trascurati, per tale motivo risulta indispensabile un progetto attento alla statica dell’edificio, che proponga tutto quanto serve per la messa in sicurezza dell’intero fabbricato -parte vecchie e parte nuova- elaborato in parallelo al progetto di articolazione degli spazi, in modo da avere ad opere eseguite un fabbricato di valore, da tutti i punti di vista.

autore: Massimo Meneghin

Una risposta a “Progetto sopraelevazione”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *