Impermeabilizzazione fondazioni

Massimo Meneghin impermeabilizzazione fondazioni

Le strutture contro terra, essenzialmente le fondazioni di ogni tipo e le murature, sono di fatto a contatto, nel migliore dei casi, con l’umidità presente nel terreno, questa può però aumentare di intensità durante i vari periodi dell’anno ma soprattutto in particolari zone e venire a contatto con le acque sotterranee dovute alla presenza di falde, cioè di veri e propri corsi d’acqua sotterranei.

Le fondazioni, e le strutture interrate, se e ove presenti, sono perciò soggette a quella che potremmo definire “convivenza” con l’umidità, visto che quest’ultima tende ad infiltrarsi nei locali in cui viviamo, dove abitiamo, lavoriamo o altro, rendendoli insalubri e rovinando pure le strutture.

I mezzi per contrastare questo fenomeno oggi, anzi da tempo, ci sono e consentono di mantenere asciutti, e quindi salubri, sia le strutture che i locali entro terra e/o prossimi al terreno. Questo tipo di intervento non è così diffuso, il progetto e la posa di questi materiali richiede conoscenze ed abilità specifiche, visto che il più piccolo errore o difetto non può che provocare il danno che ben conosciamo.

Ogni opera costituisce un caso a se, pur se ovviamente ci sono delle costanti, deve perciò essere affrontato singolarmente, devono essere fatte le specifiche analisi e studiate le contromisure al problema identificato per ottenere l’impermeabilizzazione fondazioni.

 

autore: Massimo Meneghin

Una risposta a “Impermeabilizzazione fondazioni”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *