Isolamento termico soffitti

Massimo Meneghin isolamento termico soffitti

I soffitti devono essere termicamente isolati, per contrastare il flusso ascendente del calore e contenere il costo del riscaldamento.

Le soluzioni per l’isolamento termico soffitti possono essere molteplici, da valutare caso per caso, nei materiali e nella modalità di realizzazione, ad esempio diverso è il caso del solaio intermedio da quello dell’ultimo piano -che peraltro potrebbe costituire la copertura- così come le soluzioni per il nuovo non sono quelle che possiamo utilizzare per intervenire sull’esistente. In genere in quest’ultimo caso, infatti, si procede per aggiunte, dovendo mantenere le strutture portanti preesistenti e spesso pure le finiture, ad esempio i pavimenti.

L’occasione dell‘isolamente termico dei soffitti deve essere utilizzata anche per valutare aspetti appartenenti ad altri settori, dall’acustica all’illuminotecnica, dal riscaldamento al condizionamento. La più tipica realizzazione è, infatti, la formazione di controsoffitti in cartongesso, che possono essere l’occasione per modificare, migliorandole, le modalità di climatizzazione e di illuminazione dei vani (si pensi alla possibilità di posare pannelli radianti, plenum o altro per il condizionamento, corpi illuminanti).

Ancora una volta l’intervento -per quanto modesto- deve essere valutato da tutti i punti di vista in modo che possa essere pensato e realizzato in modo da apportare benefici non solo sull’aspetto termico! In questo sito, infatti, spesso si parla di progettazione e di realizzazione integrata.

 

autore: Massimo Meneghin

3 risposte a “Isolamento termico soffitti”

    1. E ricordarsi di raggiungere un valore U inferiore a 0,24 W/mqK altrimenti non si accede alla detrazione fiscale del 65%

      1. Certo, tutto quello che facciamo deve essere preventivamente pensato, verificato e deciso. Il semplice “fare” non basta più!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *