casa nuova o casa vecchia?

Comprando casa abbiamo più opzioni, anzi tante, ed una è sicuramente la scelta tra una casa nuova o una casa vecchia.

La scelta d’istinto ha tutte le valenze del caso e che per la propria natura non ha necessità di altro: basta -appunto- l’istinto, il sentire “non mediato”.

Qui, invece, ci limitiamo a segnalare la possibilità di prendere -usando un eufemismo- enormi granchi quando ci affida completamente alla nostra pancia ed aggiungiamo alcuni, solo alcuni, elementi su cui è possibile ragionare, eventualmente riutilizzando, a seguire, le nostre facoltà razionali e non.

Tornando alla datazione della casa, il ragionamento è allo stesso tempo semplice e complesso. La risposta non è univoca, non necessariamente edifici di un tipo sono migliori degli altri. L’apparenza inganna, dicono in molti!

Una è pronta, non è poco. L’altra è da sistemare, scocciatura -forse- ma consente la personalizzazione, cosa che non si può fare nell’altro caso.

La casa nuova costa molto, la casa vecchia costa meno. Anche aggiungendo la ristrutturazione, viste le detrazioni fiscali, il costo dell’usato rimane conveniente.

La casa nuova è generalmente in periferia, la casa vecchia può essere in posizioni migliori.

La casa nuova ha vani sempre più piccoli, la casa vecchia ha vani di misure più sfruttabili. Chi non ricorda le vecchie case con le stanze -tutte- di dimensioni quattro metri, oggi rare…

La casa nuova…

 

autore: Massimo Meneghin

 

Un pensiero su “Casa nuova o casa vecchia?

  • 10 Giugno 2014 alle 11:30
    Permalink

    moltissime case in vendita, quale scegliere? cominciamo a distinguere #casa nuova da casa vecchia, senza pregiudizi

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *