efficientare gli edifici

Il tema per cui siamo qui è chiaro: molti, forse tutti riteniamo che gli edifici in cui abitiamo, lavoriamo, trascorriamo dell’altro tempo, se abbiamo la fortuna di averlo, consumano troppo. Escludiamo da questo parere solo i paesi produttori di energia, quali alcuni del mondo arabo o dove vi è una ricchezza inimmaginabile a noi comuni mortali.

Non ci resta perciò che rimboccarci le maniche e fare del nostro meglio per sopravvivere alla cosa.

Evidente come il ruolo che ognuno di noi ha è diverso, non possiamo certo essere noi a risolvere i problemi del mondo, però conoscere alcune misure alla nostra portata e quello che è stato fatto a livello governativo in questo settore può esserci di grosso aiuto.

Brevissima presentazione di chi sono: un professionista del settore, architetto, progettista e direttore dei lavori di molti interventi edilizi ma soprattutto gestore del processo edilizio, colui cioè che porta il committente alla soluzione dei propri problemi (ma anche desideri) facendo alcune cose in prima persona e delegandone altre, di cui mantengo il coordinamento. Diciamo che non sono uno specialista ma che conosco tutto il percorso, un poco come il medico condotto, che ci visita, ci prescrive molto ma se serve ci manda dagli specialisti, che sanno tutto ma solo del loro settore.

Voi invece, da chi è composta la platea: semplici abitanti, imprese edili, impiantisti, professionisti, studenti, curiosi, altro?

Come sono i nostri edifici?

 

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *