Massimo Meneghin diventa neologista 2diventa neologista

 

La crisi aguzza l’ingegno, se a scuola non ti insegnano un mestiere e se l’apprendistato non esiste più, non ti resta che inventarti un lavoro.

Lo devi fare se sei giovane: chi vuoi che ti assuma, esperienze non ne hai e chi può dare importanza al tuo diploma di terza media, maturità, laurea breve o magistrale, master?

Lo devi fare se sei stato espulso dal mondo del lavoro a cinquantanni: tu che pensavi di raccogliere i frutti di quarantanni di semina, e che non hai capito che non potrai più rientrare nel mondo che conosci e che hai vissuto, perché non c’è più, anche se ti sembra di vederlo in televisione…

Lo devi fare se sei un lavoratore dipendente: come fai ad essere certo che l’azienda non chiuda, che il titolare non si stufi e se ne vada, come fanno tutti quelli che vogliono salvarsi?

Lo devi fare se sei uno statale: ormai gli stipendi non sono sicuri nemmeno lì!

Lo devi fare se sei un lavoratore autonomo, visto che è altamente probabile che domani o dopodomani ti facciano chiudere, e che probabilmente non hai capito che i tuoi conti non tornano e non potranno tornare…

Lo devi fare se sei un pensionato: visto che il tuo reddito è comunque a rischio,…. 

Ma che cosa possiamo fare, le competenze sono quelle che sono, le esperienze anche, non è semplice.

Ecco quindi il coniglio che esce dal cappello: diventa neologista!

L’unica attività che manca è quella di chi ci faccia vedere le cose diverse da quello che sono, senza cambiarle ovviamente. Qualcuno ha già cominciato, ma c’è ancora spazio, svelti cominciamo sulla scia di chi ci ha preceduto.

Ecco alcuni esempi e poi si parte: se l’inceneritore brucia i rifiuti e ci uccide il termovalorizzatore brucia gli stessi rifiuti e produce positività (!), lo spazzino è diventato operatore ecologico (!+!) ed il bidello invece ausiliario (triplo !).

Comincio io, subito:

– dopo i nonvedenti, se vogliamo continuare a descrivere le persone per quello che non hanno o non fanno, abbiamo i nonpensanti, con ovvio riferimento a dotazioni ed azioni…

– se ci sono lavori socialmente utili non possono non esserci quelli socialmente inutili (suggerisco in primis medici e vigili del fuoco)…

– il paio ai diversamente abili non è, come potrebbe sembrare, i normalmente abili, per i quali già c’è la definizione di normodotato (si stenda il velo pietoso), ma quella di per-niente-abili, utilissima e mancante descrizione di un nutrito gruppo di persone, tanto che se vogliamo elencarli ci dobbiamo procurare un hard-disk molto capiente!

 

autore: Massimo Meneghin

Un pensiero su “Diventa neologista

  • 7 Febbraio 2014 alle 17:59
    Permalink

    Se sei uno che dice #cercolavoro sfrutta l’#idea ecco uno dei #nuovilavori

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *