Massimo Meneghin raccomandare di più

Il sistema delle raccomandazioni è quanto mai diffuso, credo si possa comunque fare meglio e quindi lo propongo ad alta voce: bisogna raccomandare di più.

Assumere per concorso o per altre forme di selezione sembrava una buona idea ma esaminare per scegliere i migliori -ammesso sia questo ciò che cerchiamo- può anche non funzionare.

La raccomandazione, invece, assolve perfettamente al suo compito: assumi direttamente quello che ti viene segnalato.

Non si può sbagliare, semmai la segnalazione potrebbe non essere delle migliori… ma non è vero neanche questo: se il vescovo, il sindaco, il politico ti “suggeriscono” una persona come può non essere il meglio?

I risultati lo dimostrano ampiamente: prendete le poche realtà dove ci si ostina a usare metodi superati e confrontatele con quegli ambiti in cui il sistema è ormai arrivato a maturazione. Ad esempio confrontiamo una di quelle piccolissime società fatta da pochi ragazzi competenti, entusiasti, volonterosi e  che fanno mille cose, tutte di altissima qualità, con uno dei tanto carrozzoni pubblici, dove regna l’incapacità e la noia.

Ma volete mettere l’allegria? Guardate il titolo pubblicato in apertura, se fosse stato assunto come giornalista una persona capace avremmo avuto la sola notizia, importante ma limitata, quando invece riempiamo ogni anfratto di raccomandati scatta l’ilarità generale…

 

autore: Massimo Meneghin

 

2 pensieri su “Raccomandare di più

  • 19 Luglio 2014 alle 06:50
    Permalink

    finalmente una ‪#‎proposta‬ concreta: aumentare il numero dei ‪#‎raccomandati‬. sai che ridere, altro che adesso!

    Rispondi
  • 19 Luglio 2014 alle 15:29
    Permalink

    è un’idea, ma non c’è nulla di nuovo sotto il sole. Alcuni decenni fa, una delegazione di sindacati nazionali incontrò il “capo del personale” (allora si chiamava così) di una impresa privata con poche centinaia di dipendenti. Si informarono un po’ su tutto, chiesero poi i criteri di assunzione: concorsi, selezioni, periodi di prova ecc. “NOI ASSUMIAMO ESCLUSIVAMENTE PER RACCOMANDAZIONE” fu la tranquilla e candida risposta…

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *