Massimo Meneghin il dettaglio non è un dettaglio

Il dettaglio non è un dettaglio.

Ossimoro? E non serve scomodare Parmenide, quello di “a non è non-a” o forse si… ovvio ma non troppo!

Al di là dei grandi principi, delle dichiarazioni di intenti e similaria se ai grandi principi non seguono aspetti via via più specifici fino alle parti più minute il risultato finale non può che essere considerato carente.

Vero che un buon dettaglio non è in grado di rovesciare le sorti infauste di un cattivo progetto però nemmeno il contrario è sostenibile: una buona idea mal sviluppata non diviene certo un buon edificio.

Certo a noi uomini piacciono le auto, quanto meno in modo particolare, ma chi potrebbe sostenere che una vecchia auto, brutta e malandata, è di pregio solo perché ha i cerchi delle ruote ottimi ed in buono stato?

In architettura troppo spesso succede, invece, che a progetti dotati di una propria qualità -non discutiamo qui del valore- faccia seguito una costruzione di livello inferiore, non nelle strutture ma proprio nel dettaglio.

Di solito, almeno a livello statistico, si tratta di carenze a livello di progetto esecutivo. Il progetto, cioè, non è stato spinto fino al disegno del dettaglio. Il che, peraltro, non significa rappresentare i fiorellini ma semplicemente stabilire le posizioni reciproche di ogni componenti.

Esempietto: le travi del tetto debbono avere la stessa distanza tra loro e le ultime anche con le pareti. Ovvio, dice qualcuno, ovvio che no, dico io, visto che spesso perfino i disegni degli specialisti  non dimostrano ciò ma il contrario ed anche che taluni produttori di tetti in legno (non tutti, certo) non hanno nemmeno mai sentito parlare dell’argomento. Sostengono, infatti, che “il tetto viene come viene“…
autore: Massimo Meneghin
Il dettaglio non è un dettaglio

Un pensiero su “Il dettaglio non è un dettaglio

  • 6 Marzo 2014 alle 10:01
    Permalink

    il #dettaglio non è un dettaglio (ovvio ma non troppo)

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *