Rampa poco ortodossa non risolve il problema delle barriere architettoniche

Cosa comprende una proposta di valore.

Non tutti lo sanno ed ancor meno lo fanno ma le soluzioni vere, quelle che risolvono davvero i problemi, non sono frutto della superficialità e nemmeno della semplice ripetizione di modalità note, magari applicate in contesti diversi e quindi per definizione fuori luogo.

Al contrario sono specifiche, frutto di analisi, necessariamente approfondite a seconda della complessità del problema, e di quelle elaborazioni che chiamiamo progetto e che a loro volta sono oggetto di un processo di costruzione e/o montaggio fino a divenire parti reali del nostro mondo, casa, ufficio, bar, ristorante, albergo o altro che sia.

Come si sviluppa una buona proposta.

La buona proposta si baserà innanzitutto sull’analisi dello stato dei luoghi e della documentazione a disposizione, natualmente per determinare la bontà di quanto in opera e le sue eventuali carenze.

A seguire verrà stabilito cosa fare, non in modo generico ma puntuale, in modo esclusivamente riferibile al caso specifico. Si tratta perciò di una sorta di abaco dei requisiti prestazionali da soddisfare.

Quanto sopra non potrà che trasformarsi se non in un progetto vero e proprio in un insieme di indicazioni progettuali, che ben indicano la strada da seguire e le fasi da percorrere per il superamento delle barriere architettoniche.

Si passerà quindi ad elaborare un’ipotesi di costo, sufficientemente articolata per parti, cioè parti da acquistare, opere da realizzare, spese tecniche, ecc, e quindi molto utile al decisore.

Infine, è buona norma valutare se ricorrono le condizioni per sfruttare qualche agevolazione fiscale, finanziamento o contributo specifico, con l’ovvio scopo di abbattere il costo che resta a carico del diretto interessato.

Lo scopo della proposta di valore.

Quanto sopra, anche se dovesse rimanere al livello di una proposta di massima, si rivelerà molto utile, “fotografando” lo stato attuale, evidenziandone pregi e difetti ma soprattutto delineando i possibili miglioramenti, come ottenerli ed a quali condizioni.

Le barriere architettoniche si combattono con mdetodo

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *