ripassare la matematica

Quando si leggono certe notizie c’è da restare sbigottiti.

La fonte è autorevole, il sole 24 ore, per cui non dovremmo essere in presenza di mitomani e/o di leggende metropolitane, come verrebbe da pensare.

Il contenuto è, in breve, questo: il comune di Cesenatico appalta prestazioni per la sicurezza nei cantieri, pone a base d’asta l’importo, evidentemente ritenuto corretto, di € 13.000,00 , riceve un’offerta di € 350,00 ed affida l’incarico.

Ergo, qualcosa proprio non torna. Quanto meno due sono i casi, opposti, in cui far rientrare l’accaduto:

– potrebbe essere completamento errato l’importo a base d’asta, e quindi non si può non intervenire a livello del personale che opera in modo palesemente errato…

– al contrario l’offerta, c’è caso sia talmente bassa da dover essere esclusa dall’elenco delle papabili, perché non può garantire la qualità richiesta, per un compito così delicato, ed anzi gli ordini professionali dovrebbero esercitare il compito di garanzia che è loro proprio.

Non basta:

– se le opere sono soggette al ribasso d’asta, cioè le imprese possono dichiararsi disponibili ad eseguire opere a prezzo più basso di quello di listino, ma lo stesso sconto non è ammissibile per la parte che riguarda la sicurezza, proprio perché qui non si deve risparmiare, come è possibile che le prestazioni tecniche sulla medesima sicurezza possano essere svendute?

– è del tutto evidente che molti di noi non sanno calcolare l’entità del ribasso, forse nemmeno con la calcolatrice, nel caso specifico siamo di fronte al…  97,31% di sconto. Altro che 30, 40, 50 o 70 %, ci fa sorridere il “2×1″ o il”3×2”. Dobbiamo tornare sui banchi di scuola, innanzitutto per ripassare la matematica, a seguire anche tutto il resto…

 

autore: Massimo Meneghin

31 pensieri su “Ripassare la matematica

  • 11 Marzo 2015 alle 16:03
    Permalink

    problema: se la base d’asta è € 13.000 e l’appalto avviene a € 350,00 di quanto è lo sconto?

    Rispondi
  • 11 Marzo 2015 alle 16:11
    Permalink

    … perchè aggratis suonava male

    Rispondi
  • 11 Marzo 2015 alle 16:24
    Permalink

    Geniale per come l’hai posto e molto d’effetto… Il 97,3% di sconto! Forse il collega che pratica questi prezzi pensa di vendere pesce al mercato.. Evidentemente la prestazione sarà fasulla
    11 marzo alle ore 16.24

    Rispondi
  • 11 Marzo 2015 alle 18:50
    Permalink

    ma non era meglio gratis????? almeno non avrebbe fatto la figura dell’accattone! ecco perchè nessuno ci considera. alcuni dei nostri colleghi sono veramente degli accattoni.

    Rispondi
  • 11 Marzo 2015 alle 22:24
    Permalink

    ma meglio rimanere a casa!!!

    Rispondi
  • 11 Marzo 2015 alle 23:49
    Permalink

    Non si capisce perchè il costo della sicurezza e del personale non può per legge essere soggetto al ribasso, mentre il perno attorno a cui gira l’intero scenario della sicurezza (cioè il coordinatore) deve lavorare quasi gratis!

    Rispondi
    • 11 Marzo 2015 alle 23:53
      Permalink

      Bella domanda Laura è un paradosso inspiegabile

      Rispondi
      • 12 Marzo 2015 alle 00:03
        Permalink

        Lino Giugliano: il pesce al mercato non te lo regalano

        Rispondi
  • 12 Marzo 2015 alle 06:51
    Permalink

    Chi ha sottoscritto questa “parcella” andrebbe radiato dall’Ordine.

    Rispondi
  • 12 Marzo 2015 alle 07:22
    Permalink

    dovrebbe intervenire l’Ordine provinciale. che fanno, dormono? le abbiamo già postate situazioni assurde come questa (un paio di casi in Sicilia, per esempio) e a forza di lamentele è intervenuto l’Ordine. la PA ha dovuto rimangiarsi l’affidamento

    Rispondi
  • 12 Marzo 2015 alle 07:47
    Permalink

    Voglio nome e cognome, poi mi piazzo fuori dal cantiere e dopo averlo insultato controllo come svolge il lavoro, perché deve essere un incapace o un fannullone

    Rispondi
  • 12 Marzo 2015 alle 08:01
    Permalink

    Peones, non son altro che peones…
    12 marzo alle ore 8.01

    Rispondi
  • 12 Marzo 2015 alle 10:30
    Permalink

    Ha applicato il 97,31% di sconto!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi
  • 12 Marzo 2015 alle 11:32
    Permalink

    ahahahhahahhahahahhahahh e allora MUORI!

    Rispondi
  • 12 Marzo 2015 alle 12:07
    Permalink

    non era meglio farla gratuita…..

    Rispondi
  • 12 Marzo 2015 alle 13:00
    Permalink

    Voi continuate a chiamarli colleghi…..per me sono solamente escrementi..!!!

    Rispondi
  • 12 Marzo 2015 alle 13:46
    Permalink

    e parliamo di Cesenatico, mica di Napoli o Castellammare di Stabia….

    Rispondi
  • 12 Marzo 2015 alle 14:00
    Permalink

    Chi lo fa fa questo lavoro non ha dignità. Costui, morto di fame, sarebbe pure capace di mangiare la ciccia del suo cazzo, se ci potesse arrivare.

    Rispondi
  • 12 Marzo 2015 alle 15:08
    Permalink

    e gli ordini che fanno?

    Rispondi
  • 21 Marzo 2015 alle 13:33
    Permalink

    Ma se I costi della sicurezza x legge non sono soggetti al ribasso…perché mai la parcella di colui che è il soggetto responsabile del progetto e della corretta esecuzione del piano di sicurezza dovrebbe esserlo? A parer mio ci sono estremi di illegittimità (al di là dell’indecorosità che si fa della professione…)

    Rispondi
  • 24 Marzo 2015 alle 09:59
    Permalink

    mi incazzo perché se l’operaio viene sfruttato si mobilitano le piazze, se è sfruttato il tecnico, lo si può fare e non ne fotte niente a nessuno!
    Queste amministrazioni andrebbero diffidate dagli ordini poi

    Rispondi
  • 24 Marzo 2015 alle 11:13
    Permalink

    Non ci paga nemmeno la metà di una multa….senza pensare alle responsabilità penali che assume bah….

    Rispondi
  • 24 Marzo 2015 alle 12:25
    Permalink

    …non vi preoccupate, la svendita al 90% è un po’ ovunque, i saldi per la Sicurezza valgono tutto l’anno !!!!!!! Auguri e pregate ?…..?..

    Rispondi
  • 24 Marzo 2015 alle 15:24
    Permalink

    Ordini professionali se ci siete battete un colpo…

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *