l'esecutore

Fare presuppone che ci sia chi materialmente esegue l’opera, e nella nostra zona abbiamo una vera e propria tradizione di persone capaci e di aziende dotate delle necessarie attrezzature.

Questo però può non bastare. Se un buon progetto può essere mal costruito, una buona realizzazione di un cattivo progetto mai darà un risultato valido. Ecco perciò l’importanza di andare oltre la semplice redazione di progetti chiari per mettere in condizione di lavorare senza incognite. Quello che serve è una vera e propria sinergia tra progettisti ed esecutori, con la circolazione delle informazioni non solo dall’alto verso il basso ma anche al contrario, in una sorta di flusso biunivoco, di cui il professionista è, come già accennato, il regista.

Non serve chiedersi se oggi tutto ciò avvenga…

Il professionista

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *