Dire o scrivere che la casa costi molto non è una novità, tanto che molto spesso abbiamo bisogno di qualcuno che ci finanzi, e naturalmente le banche hanno proprio questo scopo.

Sgomberiamo da subito il campo da dicerie quali il direttore cattivo  che non vuole concedere il prestito e dal fatto che attendere di essere riusciti a risparmiare quanto basta per acquistare in contanti pone tanto avanti l’ingresso nella nostra casa da renderlo di fatto improponibile, anche perché nel frattempo dovremmo restare nella casa dei genitori o pagare l’affitto, il che aumenta le nostre difficoltà.

Certo che per ottenere un prestito di diverse decine o di centinaia di migliaia di euro dobbiamo fornire le garanzie del caso. Chi non farebbe così? La prima è ovviamente la casa stessa, un’altra può essere il nostro reddito -specie se lavoriamo per ditte che non ci lasciano a casa da un momento all’altro- oppure la garanzia fornita da terzi e via dicendo.

Se pertanto ci comportiamo correttamente, nel senso che non ci imbarchiamo in storie prive di capo e di coda, le banche possono erogare il mutuo, farci acquistare l’immobile che ripagheremo nel tempo, ovviamente con la maggiorazione degli interessi concordati. In questo sito i dati ufficiali sull’andamento dei tassi, dai quali deriva il nostro.

Pensare che le banche non eroghino equivale a sostenere che un negozio tenga aperto ma non venda i prodotti esposti e -continuando nell’esempio- non è ovvio che chi sceglie un prodotto lo debba pagare?

Ovviamente prima di prestare gli istituti di credito fanno le indagini del caso, sul bene da acquistare e sulle nostre capacità di restituire ma non vi è nulla di impossibile per chi abbia un reddito all’altezza della situazione.

Per questo tipo di operazioni un consulente tecnico può essere utile, nella scelta della banca, nella redazione della perizia di stima e/o del computo metrico estimativo delle eventuali opere da eseguire e via dicendo.

Se avete bisogno di una delle prestazioni appena indicate o solo di un consiglio dovreste contattare il vostro tecnico di fiducia, studiare con lui -o lei- la cosa migliore da fare e magari farla pure!

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *