Cosa fare concretamente: perseguire la qualità globale

L’esposizione volge al termine, ringrazio per l’attenzione, resto a disposizione per eventuali domande, chiarimenti e/o approfondimenti. Se può far piacere è possibile lasciare il proprio recapito telefonico o l’indirizzo di posta elettronica per ricevere eventuali materiali, newsletters, entrare in contatto

Cosa fare concretamente: il piano di intervento

Se non tutto è a posto, e molti sono i possibili interventi, la cosa da fare è il piano di intervento, non il progetto delle opere. Quanto meno quest’ultimo non subito. Stabilire le cose migliori da fare per arrivare nel

Cosa fare concretamente: il check-up

Se tutto quanto ci siamo detti è vero, e naturalmente lo è, quale è la cosa migliore che possiamo fare? La prima cosa è sicuramente una gran bella analisi delle condizioni di salute del nostro edificio. Una sorta di check-up

Dal generale al particolare

Tra le righe dovrebbe essere apparsa la mia volontà di non dare ricette, soluzioni buone per tutti gli usi. Ogni edificio ha una sua storia e proprie caratteristiche per cui non c’è alternativa alla valutazione specifica. Non riesco a dire

Svantaggi

Ai vantaggi già detti non può che corrispondere qualche svantaggio. Innanzitutto abbiamo il meccanismo della restituzione del versato che comporta l’anticipazione della spesa, sicuramente conveniente se abbiamo del denaro comunque investito, magari su banche che devono ripianare i loro debiti

Vantaggi

La convenienza dell’operazione è indiscutibile, abbiamo già detto dei costi ridotti per le opere e parlato pure dell’abbattimento dei costi energetici, aggiungiamo adesso che la manutenzione deve essere fatta e che in questo modo si ha l’aumento del valore dell’immobile,

Come e cosa si detrae: 3 – bonus mobili

Nessuna particolarità, anche perché siamo in presenza di procedura collegata a quella della ristrutturazione, che già assorbe su di se ogni problematica. Vantaggi   autore: Massimo Meneghin

Come e cosa si detrae: 2 – riqualificazione energetica

  Anche in questo caso i punti elencati dovrebbero indicare chiaramente come stanno le cose. Spicca la possibilità di detrazione per le imprese, quella di scelta della modalità di computo del risultato, analitico o sintetico. Come e cosa si detrae:

Come e cosa si detrae: 1 – ristrutturazione

  L’elenco è chiaro, è prevista una serie di limiti e di adempimenti che devono essere rispettati in modo tassativo. Naturalmente non è dato a noi discutere se le misure siano eque, corrette o inutili. Ad esempio, il bonifico con

Summa delle agevolazioni

  Eravamo partiti con la lista dei costi, abbiamo indicato la possibilità tecnica di intervenire per abbatterli, siamo poi passati alle agevolazioni fiscali per chi interviene, non resta a questo punto che tentare di trarre una conclusione, per quanto parziale.