Progettare secondo la legge di Murphy

Non vorrei dover ragione a quelli che sostengono a spada tratta la validità della legge di Murphy, quell’insieme di paradossi che vorrebbero dimostrare come tutto avvenga all’insegna del “se qualcosa può andar male, andrà male” per cui se ci sono due